sabato 16 giugno 2012

FESTA DELLA MUSICA 2012 E "FUOCHI MUSICALI"

qui però non si sente la musica...
Il 23 giugno torna ad Arquata la Festa della Musica.
Ma quest'anno c'è una novità: lo spettacolo piromusicale.
In poche parole, fuochi d'artificio a ritmo di musica.

Oltre alle molteplici varietà musicali, come da tradizione, proposte al pubblico per le vie del paese, ci sarà quindi la possibilità di vivere questa nuova esperienza, con uno spettacolo che unirà alle emozioni dei fuochi d'artificio, una colonna sonora sulla quale i fuochi compieranno vere e proprie coreografie, come in uno spettacolo di danza.

"I brani musicali" - dice l'Assessore Cucinella - "non costituiscono soltanto un semplice accompagnamento ai fuochi d'artificio, ma sono parte integrante e fondamentale dello spettacolo.
La preparazione di uno spettacolo piromusicale richiede notevole attenzione nella scelta di ogni singolo effetto pirotecnico, e di ogni brano musicale, dovendo i due elementi interagire in perfetta simbiosi."
La zia di Carlo

Questo il percorso musicale dello spettacolo:

Life is life (Opus) - Brindisi (Pavarotti) - Sinfonia n° 5 (Beethoven) - There you'll be (Faith Hill) - I will survive (Gloria Gaynor).

Vi aspettiamo quindi sabato 23 per l'inizio dell'estate arquatese.

Ricordiamo anche l'appuntamento di stasera 16 giugno con la Compagnia Del Barchì, che porterà in scena la commedia "La Zia di Carlo", alle ore 21 presso il cortile delle scuole medie di Arquata.

martedì 5 giugno 2012

UN BUON CONSIGLIO

un momento del consiglio aperto
Il 31 maggio scorso - scusate il ritardo - si è tenuto ad Arquata il Consiglio Comunale aperto durante il quale si è discusso del progetto TAV Terzo Valico.
La maggioranza, guidata dal Sindaco Paolo Spineto, ha presentato la propria proposta di delibera - che potete leggere per intero a questo link - nella quale si elencano chiaramente i motivi per i quali la stessa maggioranza ritiene doversi schierare contro l'opera, utilizzando "tutti gli strumenti legali necessari alla tutela del territorio e della popolazione".

La delibera, letta dal Consigliere Comunale Stefania Pezzan - rigorosina che da anni segue la questione Terzo Valico - è il frutto del dialogo instaurato da Spineto con i comitati che da sempre si schierano contro la realizzazione del treno. 
Stefania Pezzan
I tre rappresentanti del PD - Deborah Inglese, Maria Grazia Morando e Alberto Cimino - hanno inoltre presentato una loro delibera chiedendo che fosse integrata a quella della maggioranza (lamentando anche mancanza di dialogo nei loro confronti). Il documento, da alcuni presenti in sala ribattezzato ironicamente "Forse Tav", partendo da una base simile alla delibera della maggioranza, prendeva - pur dichiarando la contrarietà al Tav - posizioni più morbide rispetto al rifiuto all'opera, mettendo come condizioni alla realizzazione del treno l'allestimento di osservatori ambientali e la concessione delle famigerate "compensazioni". 

Risultato delle votazioni: la delibera della maggioranza è stata approvata con i voti a favore della giunta Spineto e di Giovanni Cirri di Rifondazione Comunista, con i soli voti contrari dei tre delegati del PD arquatese.
La delibera presentata dal PD è stata bocciata, essendo stata votata solo dai tre rappresentanti del Partito Democratico. 

Fin qui la fredda cronaca.

parte dei cittadini presenti
L'aria che si respirava giovedì scorso nella sala consiliare, risentiva ancora dei profumi della manifestazione del 26 maggio. I tanti presenti in sala - ma sarebbe stato bello vedere un municipio ancora più pieno - sentivano che stava accadendo qualcosa di nuovo, di forte.
L'unità, la compattezza, che si sentiva durante la sfilata per le via del paese si era trasferita tra le mura di Palazzo Spinola. 
Chiedendosi il perché di quella atmosfera, si arrivava ad una sola risposta: la continuità tra i desideri della popolazione, soprattutto su argomenti così importanti, e le posizioni del proprio Comune, è una sensazione che regala serenità.
Forse una sensazione nuova, in un Paese come l'Italia.
Sentirsi così ascoltati dà un senso più forte all'impegno che i comitati stanno mettendo in questa loro battaglia.

molta attenzione per la serata...
A rompere un pochino questo idillio, la proposta di delibera del PD arquatese, accolta da mormorii - e qualcosa di più - dalle persone presenti, i quali si aspettavano almeno in questa occasione di vedere abbandonate posizioni "di partito", a favore di una compattezza di schieramento con i propri concittadini. 
Sapere che Arquata è l'unico comune - tra quelli coinvolti nel progetto - ad essersi schierato chiaramente contro la  realizzazione del Tav, rappresenta una bella vittoria della democrazia e della partecipazione, ma lascia un pizzico d'amaro in bocca il voto contrario del PD, non per discorsi di schieramenti politici - perché qui non c'entra nulla - ma perché ai cittadini sarebbe piaciuto essere ascoltati da tutti, a prescindere da strategie politiche, forse neanche tanto vincenti.
Qualcuno all'uscita dal Consiglio Comunale ha detto: "è stato come vincere una partita di calcio 2 a 1, con un autogol di un tuo compagno di squadra. Poco importa, negli annali rimarrà la vittoria."

Momenti da ricordare della serata: gli interventi di Gino Sannino e Manuel Carbajal, volti storici della sinistra arquatese, uno più istintivo e sanguigno, l'altro più pacato e "filosofico", entrambi apprezzati e coinvolgenti.
sullo sfondo, Manuel Carbajal
L'appassionata dichiarazione di voto di Giovanni Cirri, che ha spiegato le contraddizioni del progetto Terzo Valico in modo talmente chiaro che alla fine tutti i presenti possono dire di saperne un po' di più.
Le parole di Claudio Sanita che, a nome del Comitato No Tav Terzo Valico, ha ringraziato la popolazione arquatese per l'accoglienza riservata ai manifestanti. Claudio, pur felice della piega che hanno preso i rapporti del comitato con il Comune di Arquata, non ha risparmiato velenose frecciate ai consiglieri che hanno scelto di non partecipare alla manifestazione, forse lungimirante su quanto sarebbe accaduto di lì a poco durante le votazioni.
L'applauso che ha interrotto la risposta del Sindaco al documento presentato dal PD, giudicato troppo "morbido", evidentemente non solo da Spineto ma anche dalla maggioranza dei presenti. Ecco il video proprio di questo momento, girato dai ragazzi del comitato No Tav Terzo Valico.
Altri video della serata sono disponibili sul sito del comitato No Tav Terzo Valico, mentre qualche foto le trovate sulla pagina Facebook di ArquataViva